Comunicati stampa
17/07/2018

Una nuova tramvia per Firenze

Una svolta epocale nello scacchiere della mobilità fiorentina, che potrà finalmente contare su un collegamento Stazione Santa Maria Novella – Polo Ospedaliero di Careggi costituito da un sistema di trasporto all’avanguardia: sicuro, puntuale ed ecosostenibile.

Centinaia di persone hanno preso parte, negli spazi antistanti l’ospedale di Careggi, all’inaugurazione della nuova linea “Leonardo” della tramvia, che trasporta le persone lungo il tragitto dalla stazione ferroviaria al grande presidio ospedaliero del capoluogo. Tra i partecipanti alla cerimonia, condotta dal sindaco Dario Nardella, era presente anche l’ex ministro per le infrastrutture Graziano Delrio, oltre al presidente di CMB Carlo Zini e all’arcivescovo Giuseppe Betori.

”Oggi è una giornata indimenticabile – ha detto Nardella – viviamo in un paese dove è più facile non fare che fare le cose ma con la forza e la tenacia, se si vogliono fare alle fine si fanno. Firenze può essere un modello in questo: 4 anni per realizzare il tram è un tempo europeo e quasi un record italiano”. Anche il presidente Zini ha voluto ricordare come la giornata “sia straordinaria per CMB che dà alla luce ancora una volta un’opera di grande valore sociale e in anticipo sui tempi previsti”. Ha continuato poi ringraziando “tutti coloro, operai e tecnici, che hanno lavorato in questo grande cantiere e i cittadini di Firenze che hanno sopportato disagi in questi anni. Sono sicuro che saranno ripagati dal grande valore che la tramvia avrà nella loro vita futura”.

Dopo il taglio del nastro davanti al tram, con tante persone che hanno voluto portarsi via un pezzetto del nastro, il viaggio inaugurale della tramvia, con Nardella a bordo, è partito alla 10.30 da Careggi, tra gli applausi.

CMB, impegnata nella costruzione della Linea 3 dal maggio 2014, ha portato a termine i lavori con grande e costante impegno delle maestranze e dei suoi tecnici, oltre alla collaborazione con l’ATI costruttori, del concessionario Tram S.p.a. e del Comune di Firenze.

Con una media di circa 150 lavoratori il giorno, le lavorazioni della Linea 3 si sono contraddistinte per quanto riguarda l’ambiente e la sicurezza sul lavoro svolto all’interno del cantiere: sono intervenute persone provenienti da 13 paesi diversi di circa 30 ditte, per lo più provenienti dal territorio fiorentino con ricadute positive per l’indotto del settore.

L’ultimo obiettivo che CMB, insieme all’ATI costruttori, Tram S.p.a. e al Comune di Firenze, si è prefissata di raggiungere è il collaudo tecnico amministrativo, previsto per dicembre 2018 tramite il quale sarà definitivamente riconsegnata alla città di Firenze l’intera opera infrastrutturale e tutte le aree limitrofe.

Scarica PDF

Contatti

Francesca Martinelli
Comunicazione e Relazioni Esterne
ph +39 059 6322111
francesca.martinelli@cmbcarpi.it

Comunicati stampaTorna su
Condividi questa pagina