Torna alle News
25/05/2020

Post-covid: al via i cantieri e bilancio approvato

cmb-post-covid-servizi-ospedali-hospitals-services

A partire da febbraio 2020 il mondo è cambiato e lo scenario col quale ci si è confrontati è stato fortemente condizionato dall’emergenza sanitaria che ha travolto il nostro Paese. Dopo quasi due mesi di lockdown, dal 4 maggio sono state riavviate le attività produttive e con esse i cantieri edili. CMB ha riaperto le sedi di Carpi, Milano e Roma e riavviato i cantieri con gradualità e in piena sicurezza. Con la volontà di sostenere gli sforzi che la sanità italiana sta mettendo in campo per contrastare l’emergenza, inoltre, CMB ha deciso di effettuare un’importante donazione a favore di alcune strutture ospedaliere in Lombardia, Emilia Romagna, Veneto e a Roma. È un modo per sostenere e riconoscere l’impegno di coloro che affrontano il virus in prima linea, in particolare su quei territori nei quali CMB ha avuto origine ed è cresciuta come impresa. Sono stati destinati a questo scopo 400 mila euro che verranno messi a disposizione per l’acquisto di ventilatori polmonari per sala operatoria, incubatrici neonatali per terapia intensiva, letti per semintensiva e altra strumentazione ad alta specializzazione.

Nonostante il contesto critico, i soci di CMB hanno approvato il Bilancio consuntivo 2019, che si chiude con un giro d’affari di 611 mln di euro, in decisa crescita rispetto al precedente esercizio (+20%) e un utile netto di 3,3 mln, mentre il patrimonio netto raggiunge i 222 mln. Il comparto Costruzioni rappresenta il core business dell’impresa e conferma nel 2019 la crescita del giro d’affari pianificata. Il segmento Project e Servizi resta l’attività più innovativa e dinamica di CMB, mettendo a segno anche in questo esercizio un’ulteriore costante crescita di ricavi e redditività. Durante le fasi più acute della pandemia, inoltre, la Divisione Project e Servizi si è occupata direttamente della manutenzione edile e impiantistica, allestendo e riorganizzando interi reparti all’interno di diversi ospedali del nord Italia. Era in prima linea, inoltre, sul territorio lombardo nella gestione di sette complessi cimiteriali e dei due templi crematori di Bergamo e Varese.

cmb-post-covid-manutenzione-ospedali-hospitals-maintenance

A fine 2019 CMB può contare su un portafoglio ordini, pari a circa 3 miliardi di euro: una dimensione ai massimi livelli mai raggiunti, con lavori in Italia e all’estero (30%) in Paesi ad alto rating, che ha sancito il raggiungimento dell’obiettivo della diversificazione geografica. Tra le principali acquisizioni realizzate nel 2019 si evidenzia la ristrutturazione del Palazzo delle Nazioni Unite a Ginevra, in Svizzera: un lavoro di grande prestigio, ma anche di notevole complessità, dato che andranno mantenute le funzionalità degli uffici durante tutte le fasi del cantiere. Si è trattato di un ulteriore e significativo risultato commerciale per CMB che ha avviato negli ultimi anni un processo di internazionalizzazione e di esportazione del proprio know how. L’assemblea dei soci, nel rispetto delle norme per il contenimento del covid-19, si è tenuta sabato 23 maggio, alle ore 9,30 presso la sede centrale di CMB con ingressi contingentati ed è stata trasmessa in streaming. Sono intervenuti il sindaco di Carpi Alberto Bellelli e il Presidente di Legacoop Nazionale Mauro Lusetti.

Contatti

Francesca Martinelli
Comunicazione e Relazioni Esterne
ph +39 059 6322111
francesca.martinelli@cmbcarpi.it

Torna alle NewsTorna all'inizio
Condividi questa pagina