400

ore di lavoro

20

mesi di cantiere

20.000

lastre in vetro gres

DESCRIZIONE DELL’OPERA

 
I nuovi alberghi rientrano in un più ampio progetto di funzioni compatibili quali negozi, strutture per la ristorazione e il tempo libero, spazi a verde. Le due torri in marmo segnalano da lontano l’ingresso d’onore della Fiera e i principali collegamenti pedonali tra i due piani sui quali sono strutturate le principali aree esterne. Hanno un aggetto di poco più di 11 cm ogni metro di altezza, ospitano l’albergo a tre stelle, rivolto verso la Fiera, e l’albergo a quattro stelle, rivolto verso il percorso pedonale coperto che unisce gli alberghi al Centro Congressi e, più lontano, verso la città di Milano. Le terrazze sulla copertura sono rivolte entrambe verso il Centro Congressi e l’ingresso d’onore della Fiera.

cmb-edilizia-construction-milan-albergo-fiera-trade-hotel-quote

“Mi complimento con chi ha portato a termine la costruzione delle due strutture alberghiere nei tempi e costi previsti, in piena coerenza con i criteri alla base del progetto di Dominique Perrault”

 
Luigi Roth
Presidente di Fondazione Fiera Milano

Gli alberghi dell’architetto Perrault: due lucidi monoliti

 
Nel paesaggio del nord ovest milanese, i due alberghi sono chiaramente riconoscibili come parte del nuovo polo. Appaiono da lontano come due lucidi monoliti di marmo; avvicinandosi, si nota che i fronti sono trattati con finestre di diverse dimensioni che scandiscono le facciate seguendo un ritmo irregolare. Merito del progetto di Dominique Perrault, architetto e urbanista francese che si ispira al minimalismo americano grazie a “involucri complessi su volumi semplici”.

cmb-edilizia-construction-milan-albergo-fiera-trade-hotel-dominique-perrault

Valore dell’opera
45.920.470 euro

Committente
Sviluppo Sistema Fiera Spa

Ruolo nell’iniziativa
Impresa capogruppo

Tempi di realizzazione
Inizio: Ottobre 2006
Fine: Giugno 2009

">

Guarda anche

Condividi questa pagina