05/07/2018

BIM, la tecnologia che osserva i cantieri

Nel cantiere degli ospedali di Verona ha mosso i suoi primi passi il BIM (Building information modeling), la tecnologia software che consente un controllo tridimensionale in tempo reale della progettazione e del costruito.

Grazie alla costante osservazione delle situazioni e le relative problematiche si è riusciti a mettere a punto interventi in modo da poterne ricavare non solo indicazioni per poter procedere nel modo più efficiente possibile nel corso dei lavori, ma un modello integrato tridimensionale delle varie competenze durante l’intero ciclo di vita dell’infrastruttura, dalla progettazione alla realizzazione, fino alla successiva gestione dell’edificio.

Il Bim riesce a ridurre al massimo gli imprevisti in fase esecutiva e le interferenze legati alla costruzione oltre a dotare il cliente di un modello informatico finale per la gestione futura più efficiente dell’edificio. Un modello che è stato implementato nel corso del tempo e oggi permette di accelerare e rendere sempre più precisa la realizzazione e gli interventi.

A Verona, grazie al BIM, è stato possibile valutare gli interventi necessari per realizzare il cuore della nuova impiantistica dell’ospedale Borgo Roma e le interferenze scarichi-pluviali del portico di ingresso dell’ospedale Borgo Trento e per adeguarla alle diverse tipologie di solaio presenti nella struttura.

Grazie a un attento lavoro di progettazione è stato possibile realizzare un lavoro sartoriale, considerando centimetro per centimetro. Oggi questo bagaglio di informazioni è cresciuto e guarda alla quarta dimensione, che considera anche la variabile tempo.

Torna al progettoTorna all'inizio
Condividi questa pagina