29/11/2018

Sopralluogo col drone, prima del restauro

Una missione di volo all’interno  di un deposito per documentare lo stato di fatto del velario storico. Con l’ausilio di un drone, Cmb ha immortalato le condizioni  del velario prima dell’inizio dei lavori di restauro. E così è stato possibile effettuare una restituzione fotografica del velario, che era stato steso il 29 aprile del 2016.

Per questo scopo sono state realizzate circa 96 fotografie zenitali alla risoluzione di 9 Megapixel, elaborate tramite uno specifico software per la realizzazione dell’immagine finale. Questa procedura ha permesso di costruire un’ortofoto di insieme, ovvero una fotografia aerea geometricamente corretta e georeferenziata per avere una scala uniforme, proprio come in una carta geografica.

Dopo questo passaggio essenziale, sono quindi partiti i lavori di restauro del velario effettuati da imprese specializzate.

Torna al progettoTorna all'inizio
Condividi questa pagina